Tecniche di pianificazione e di controllo finanziario

 

La costruzione del prospetto delle fonti e degli impieghi di capitale:

La programmazione e il controllo degli equilibri finanziari e monetari sono importanti a causa dell’assoluta necessità di salvaguardare la condizione di liquidità nel rispetto della più generale situazione di solvibilità dell’impresa, la quale esige un controllo costante ed assiduo dei flussi monetari e la verifica puntuale del bilanciamento tra impieghi di capitali e corrispondenti fondi di copertura.

La pianificazione finanziaria richiede la formulazione di una serie di preventivi, in base ai quali l’impresa può indirizzare e tenere sotto controllo le situazioni di solvibilità e liquidità della gestione. Partendo dal bilancio preventivo di capitale, in cui è definito il programma degli investimenti legato alle strategie aziendali, e dal budget economico, in cui è previsto il risultato di esercizio, l’azienda deve costruire il budget finanziario per precalcolare l’andamento finanziario della gestione.

Ai fini del controllo, i documenti fondamentali sono il prospetto delle fonti e degli impieghi, il quadro generale dei movimenti monetari e il piano di cassa.

Il prospetto delle fonti e degli impieghi riporta l’andamento dei flussi finanziari con l’indicazione specifica degli usi e delle fonti di capitale.  Esso viene redatto per distinguere i tipi di fonti finanziarie a cui fare ricorso, a fronte degli impieghi di capitale, e per predeterminare il saldo complessivo annuale.

Il prospetto consente di determinare due saldi: un saldo finanziario, che deriva dalla contrapposizione di usi e fonti non correnti e che riguarda, dunque, la modificazione della struttura finanziaria dell’azienda; ed un saldo complessivo. Che comprende anche la differenza tra usi e fonti correnti. In tal modo, si evidenziano non solo i flussi finanziari previsti, ma anche le possibili vie di copertura. Se il saldo risulterà negativo, bisognerà o ridurre gli esborsi programmati o reperire altri fondi; se, infine, risulterà positivo, sarà necessario individuare altri impieghi per evitare di avere delle risorse finanziarie inutilizzate o sottoutilizzate.

 

La costruzione del prospetto dei flussi monetari di esercizio e il quadro generale dei movimenti di cassa:

Insieme con la programmazione e il controllo della solvibilità, dev’essere attuato il controllo monetario diretto a preservare la liquidità aziendale, ovvero a garantire il rispetto delle scadenze di pagamento che verranno a maturazione durante l’esercizio.

A questo fine si usano il prospetto dei flussi monetari delle operazioni di esercizio, il quadro generale dei movimenti monetari e il budget o piano di cassa.

L’uso di questi prospetti serve a determinare rispettivamente: il saldo positivo (disponibilità nette) o negativo (fabbisogno netto) derivante dalle operazioni connesse con l’esercizio; le modalità monetarie di copertura o di impiego del fabbisogno o delle disponibilità globali (con la determinazione del saldo monetario finale); e l’andamento di brevissimo termine delle entrate, uscite e saldo periodico di cassa e banche.

Il quadro generale dei movimenti monetari si differenzia per molti aspetti dal prospetto delle fonti e degli impieghi, tra cui i due principali sono: la considerazione implicita del risultato economico (e quindi dell’autofinanziamento) e il bilanciamento delle partite attraverso le disponibilità monetarie iniziali e finali.

 

La costruzione del piano di cassa (Budget di tesoreria):

Il piano di cassa o budget di tesoreria consente lo sviluppo analitico dei documenti monetari precedenti, in quanto considera, su base solitamente mensile, il flusso delle entrate e delle uscite di gestione. Mediante esso si può così determinare il saldo monetario previsto e valutare gli effetti prodotti sulla consistenza dei mezzi liquidi presenti all’inizio del periodo. Ciò sia per controllare la possibilità di coprire, con i mezzi liquidi disponibili, gli eventuali saldi monetari negativi, sia per valutare, nell’ipotesi di un loro incremento, più favorevoli opportunità di impiego a brevissimo termine.

 

 

Il sito che tratta
di materie economiche

http://studieconomici.altervista.org